Vivi un sogno con il nuovo CC dedicato all’intrattenimento

Il megamall American Dream è finalmente aperto dopo oltre 2 decenni. Ecco come il complesso di 3 milioni di piedi quadrati è passato dall’essere un’idea all’essere una realtà.

Uno dei più grandi centri commerciali negli Stati Uniti è stato aperto la scorsa settimana – ed è in corso d’opera da più di 20 anni.

Il processo di apertura avverrà in più fasi entro il 2020 e quando tutto sarà detto e fatto, il centro di 3 milioni di metri quadrati sarà uno dei più grandi centri commerciali della costa orientale, con un parco a tema, una pista di pattinaggio, un parco acquatico e un centro per lo sci al coperto, oltre a 450 negozi al dettaglio.

American Dream è stato sviluppato da Triple Five Group, la società proprietaria di Mall of America e West Edmonton Mall, i due più grandi centri di vendita al dettaglio e di intrattenimento in Nord America. Ma Triple Five non è stato il primo sviluppatore del progetto, nato come idea nel 1996 e iniziato nel 2004.

American Dream si è evoluto enormemente sin dalla sua concezione. Inizialmente si chiamava Xanadu Meadowlands e veniva sviluppato dalla Mills Corporation in collaborazione con la Mack-Cali Realty Corporation.

Il progetto vive nonostante vari cambiamenti nel panorama della vendita al dettaglio americana, tra cui la forte ascesa di Amazon, e-commerce e chiusure di negozi di massa che hanno caratterizzato l’apocalisse della vendita al dettaglio.

Verranno aperti per primi il parco a tema Nickelodeon Universe, il parco acquatico DreamWorks e la pista di pattinaggio sul ghiaccio, seguiti da varie fasi di apertura che dureranno per tutto il 2020.

Ecco la storia del viaggio di più di 20 anni di American Dream, dall’idea originale alla realtà finale.

La storia della megamall è iniziata nel 1996 con un’idea.
La Mills Corporation ha proposto un piano per un centro commerciale di 2,1 milioni di piedi quadrati nell’area di Meadowlands nel New Jersey.

All’inizio degli anni 2000, gli sviluppatori del centro commerciale si sono scontrati con ambientalisti che desideravano preservare l’ecologia delle zone umide del New Jersey nel sito proposto per il complesso.

Gli sviluppatori hanno trovato un nuovo sito per il complesso su terreni già sviluppati a East Rutherford. L’Autorità per gli sport e le esposizioni del New Jersey, proprietaria del Meadowlands Sports Complex, ha chiesto proposte per la riqualificazione di una vasta regione di terra nel giugno 2002.

Nel 2003 è stato firmato un accordo di riqualificazione tra The Mills Corporation e Mack-Cali Realty Corporation con la New Jersey Sports and Exposition Authority per riqualificare il sito esistente della Continental Airlines Arena e creare un complesso commerciale e di intrattenimento di 4,76 milioni di piedi quadrati.

Il progetto è stato chiamato Xanadu in onore dell’omonimo centro commerciale di Madrid della Mills Corporation. Xanadu era anche un riferimento alla tenuta di Charles Foster Kane nel film del 1941 “Citizen Kane“.

Si prevedeva che il progetto includesse la prima stazione sciistica alpina al coperto della nazione, uno stadio di baseball della lega minore e un parco sportivo estremo.

Sarebbe stato inoltre dotato di un’area di visualizzazione sportiva con un grande schermo.

Gli sviluppatori hanno aperto la strada per Meadowlands Xanadu nel 2004. “Meadowlands Xanadu è sulla buona strada per diventare una realtà”, ha dichiarato all’epoca il presidente e CEO di Mills Laurence C. Siegel.
“I funzionari hanno detto che il centro potrebbe aprire entro la primavera del 2007.”

Nel 2006, la società di investimenti immobiliari Colony Capital ha dichiarato che avrebbe assunto il progetto e la data di apertura prevista è stata spostata al 2008.

Nel 2008, è stato annunciato che Xanadu avrebbe incluso una ruota panoramica osservativa simile al London Eye, una caratteristica che i residenti temevano sarebbe stata un’aggiunta distruttiva e sconveniente alla loro città.

Nel 2008, la gente stava criticando il mega centro commerciale per il suo esterno multicolore e strabiliante. L’apertura è stata nuovamente respinta, questa volta fino all’estate del 2009.

La crisi finanziaria del 2008 ha colpito duramente Xanadu. Mezz Holdings era un finanziatore della costruzione del progetto e una consociata della Lehman Brothers, che ha presentato istanza di fallimento nel settembre del 2008. Il complesso aveva ora bisogno di finanziamenti per circa 22,9 milioni di dollari e l’apertura è stata nuovamente ritardata.

Durante l’arresto della costruzione, una parte del tetto di Xanadu è stata distrutta nel febbraio del 2011 dopo forti nevicate.

Nel marzo del 2011, l’ex governatore del New Jersey Chris Christie ha definito il complesso “il più brutto e dannato edificio del New Jersey, e forse dell’America”.

Nello stesso anno, Triple Five Group, che possiede l’enorme Mall of America nel Minnesota, ha assunto il progetto, che è stato ribattezzato American Dream. Una nuova apertura è stata fissata per il 2013.

La famiglia Ghermezian, che gestisce la Triple Five Group, ha annunciato un piano rinnovato per il complesso, che includeva l’investimento di un altro miliardo di dollari nel progetto e l’aggiunta del parco acquatico al coperto.

Una nuova data di apertura è stata fissata per il 2014. L’ex governatore del New Jersey Chris Christie ha dichiarato in una presentazione del 2011 con la famiglia Ghermezian che dal progetto sarebbero stati creati 35.000 posti di lavoro.

Nel 2012, DreamWorks Animation ha annunciato una partnership con American Dream per portare un parco acquatico nel complesso.

Nello stesso anno, i New York Giants e i New York Jets intentarono una causa contro il complesso, sostenendo che l’aumento del traffico avrebbe avuto un impatto negativo sulle loro partite tenute al MetLife Stadium nelle vicinanze. La Triple Five Group è stata contrariata, ma entrambe le parti hanno abbandonato il conflitto nel 2014.

Nel 2013, la costruzione viene ripresa e l’apertura viene nuovamente respinta per dare il tempo necessario per la costruzione del parco a tema.

Il complesso è stato ridisegnato con un esterno bianco, a differenza dei pannelli multicolori che avevano caratterizzato l’edificio per anni.

Triple Five Group e Nickelodeon hanno annunciato a settembre 2016 che avrebbero portato Nickelodeon Universe, il più grande parco a tema al coperto nell’emisfero occidentale, nel complesso. Una nuova apertura è stata prevista per l’autunno del 2018.

Nel 2017, Triple Five Group ha ottenuto $ 1,67 miliardi di prestiti per l’edilizia. Una nuova data di apertura è stata fissata per la primavera del 2019.

L’apertura è stata rimandata di nuovo fino al 25 ottobre come data ufficiale di apertura della prima fase di American Dream, che avrebbe incluso l’apertura del Nickelodeon Universe, il DreamWorks Water Park e una pista di pattinaggio sul ghiaccio. Il resto del complesso sarà aperto gradualmente per marzo 2020.

“Sappiamo che la comunità ha atteso con impazienza il lancio di questa incredibile destinazione globale”, ha dichiarato Don Ghermezian, presidente di American Dream, in un comunicato stampa.
“Abbiamo una proprietà unica nel suo genere che rimodellerà il modo in cui le persone pensano all’intrattenimento, ai parchi a tema e allo shopping e siamo veramente entusiasti”.

Fonte

Lascia un commento