Retail 2020: tendenze da tenere d’occhio

Caso di studio: Perry Ellis – I touchscreen aiutano gli uomini a comprare vestiti

La National Retail Federation ha tenuto la sua conferenza ed esposizione al dettaglio Vision 2020 all’inizio di questo mese a New York City. Durante lo spettacolo, Jennifer Williams, vicepresidente dei servizi al dettaglio di Perry Ellis International, ha fatto un’intervista con Joe Keenan di Total Retail. Williams ha parlato dell’applicazione “Life Ready” della società che è stata inizialmente lanciata nei negozi di Dillard lo scorso anno e utilizza touchscreen per aiutare gli uomini a scegliere i loro vestiti.

“Stavamo davvero cercando di … aiutare gli uomini che hanno bisogno di aiuto per mettere insieme gli abiti. Non penso che sia un lampo di novità che agli uomini piace un po ‘di assistenza, ma non in modo esigente, e quindi l’applicazione è davvero per aiutare a costruire abiti intorno a indossare occasioni e semplicemente per semplificare il processo”

ha detto Williams.

Cliccando qui, puoi vedere Williams spiegare nel video di cinque minuti i vantaggi commerciali in negozio conseguiti da Perry Ellis.

Hai dei giocattoli? In caso contrario, forse è tempo di giocare

Toys R Us è tornato nel 2019 e, sebbene non fosse il gigante della vendita come una volta, è la prova che un marchio forte e l’interattività possono essere una ricetta per il successo nella vendita al dettaglio nel mondo reale. Michael Baer è vicepresidente senior per il marchio e il marketing di Ipsos Media Development e ha recentemente dichiarato a eMarketer.com che i giocattoli tradizionali, come i giochi da tavolo, sono ancora importanti tra i tweens. In un sondaggio su bambini di età compresa tra 4 e 14 anni, quando è stato chiesto loro per cosa stavano risparmiando i loro soldi, le bambole erano classificate al numero cinque e i Lego era al numero uno.

“Riguardo al 2018, gli ultimi dati sull’intero anno delle vendite al dettaglio americane di giocattoli del gruppo NPD hanno registrato un totale di $ 21,6 miliardi, in calo del 2% rispetto all’anno precedente ma leggermente superiore al totale del 2016. Le categorie con guadagni rispetto al 2017 includevano action figure e accessori (fino al 10%) e bambole (fino al 7%) ”

ha osservato eMarketer.

Forse è il momento, indipendentemente da ciò che vendi, di mettere alcune bambole e Lego nel mix.

5 principali tendenze al dettaglio da tenere d’occhio

Può sembrare ovvio una volta che si passa attraverso l’elenco, ma a volte abbiamo tutti l’abitudine di trascurare l’ovvio. Quindi, siamo qui per offrirti non uno, ma due, elenchi recenti delle cinque principali tendenze per la vendita al dettaglio nel 2020. Le persone di Inc.com avevano i seguenti cinque articoli nella loro lista:

  • Dare la priorità alle esperienze sullo spazio sugli scaffali.
  • Portare offline i marchi online in modo creativo.
  • Prezzi impermeabili alla recessione.
  • Adottare l’intelligenza artificiale nel modo giusto.
  • Offrire ai clienti più modi di pagare.

“Il tuo punto vendita dovrebbe integrarsi con ApplePay, GooglePay e Samsung Pay. Buoni regalo, avvisi, biglietti. Assicurati di offrire campane e fischietti “

ha dichiarato Mona Bijoor, partner della società di investimento con sede a New York, Kings Circle Capital.

Economic Times Retail ha un elenco simile, ma vale la pena dare un’occhiata. Sottolineano che i rivenditori potrebbero utilizzare la tecnologia più recente per sfruttare un maggiore potenziale di vendita dei motori di ricerca e dei social media.

“I canali di social media, come Facebook, Instagram, WhatsApp, stanno dimostrando di essere anche canali di marketing essenziali per i rivenditori offline, come lo sono stati per le piattaforme online.”

Utilizzare i prodotti di dati personalizzati DMM per trovare i Millennial

Stai cercando di colpire i Millennials? Approfondisci i dati di DMM creando V.I.P. File di contatto e di prospetto, file di database personalizzati, mailing list e report per te in base alle tue esigenze specifiche. Con i millennial, ad esempio, o con qualsiasi altra fascia d’età, puoi eseguire una query per trovare il numero di persone entro, diciamo, 10 miglia da un centro commerciale specifico nella nazione. È possibile includere formati standard con uno o più dei sei contatti principali insieme ad altri campi di dati dal database DMM più recente.

Fonte

Lascia un commento