Living Center 2019

Secondo il Canadian Shopping Center Study 2019, i centri commerciali in tutto il Canada si stanno evolvendo in “living center” poiché proprietari e gestori di proprietà creano ambienti dal vivo di lavoro, di gioco e dedicati allo shopping per attirare i clienti.

“Stanno costruendo piccoli villaggi”, ha dichiarato Diane Brisebois, presidente e CEO del Consiglio al dettaglio del Canada, in un’intervista a RENX. Il consiglio compila lo studio annuale.

Condomini, appartamenti, spazi per uffici e persino parchi vengono costruiti per migliorare quello che è stato tradizionalmente terreno commerciale.

Ad esempio, Oxford Properties ha proposto un piano di 20 anni alla City di Toronto per un sito di “mega-città” ad uso misto che includa fino a 1.500 unità di noleggio al Yorkdale Shopping Center, che è il centro commerciale più performante per il quarto anno consecutivo nel 2019.

Le torri sarebbero state costruite in aree di parcheggio esistenti.

“Ciò riflette il modo in cui i Canadesi si relazionano al loro ambiente, alle loro esperienze, al modo in cui vogliono interagire con gli altri e con le imprese”, ha affermato Brisebois.

“E quindi, questa non è solo una tendenza. Questa è, in effetti, una realtà per la comunità dei centri commerciali in tutto il Paese. ”.

Investimenti di capitale “sostanziali”

La rivitalizzazione di mattoni e malta continua in tutto il Canada. A ovest, ad esempio, ci sono piani di sviluppo simili per CF Richmond Center (n. 9 nell’elenco) a Richmond, a.C.

“Ora includeranno una nuova configurazione al dettaglio interno-esterno e diversi edifici residenziali multifamiliari nel parcheggio attuale”, ha detto Brisebois.

L’espansione dell’estremità sud sostituirà l’ex negozio Sears, che era un affittuario del centro commerciale.

I proprietari di immobili intraprendenti continuano a fare investimenti di capitale “sostanziali”, ha affermato, per soddisfare la domanda di innovazione da parte dei consumatori.

I millennial e la Gen Z, che spingono le macchine e chiedono comunità percorribili, sono in gran parte responsabili di questa domanda. L’aggiunta di alloggi è vantaggiosa per tutti.

“Aumenta il traffico in tutte le posizioni all’interno di quello spazio”, ha detto Brisebois. “Saranno in un ristorante, in un teatro o in un punto vendita.”

Centri commerciali come comunità

Inoltre, offre comodità ai consumatori.

“Se si guarda alla nuova generazione, dai millennial e dalla Gen Z, sempre più persone tra loro vogliono vivere in una comunità in cui hanno un facile accesso a tutti i servizi che vogliono usare”, ha detto. “Per servizi viene inclusa anche la vendita al dettaglio.”

Brisebois è alla guida dell’RCC dal 1995. In precedenza, è stata presidente e CEO della Canadian Office Products Association per 14 anni. In tutto, ha trascorso più di 38 anni alla guida di associazioni del settore della vendita al dettaglio in Canada.

Sebbene molti importanti centri commerciali abbiano registrato guadagni di anno in anno, “mantenere lo slancio di crescita è difficile alla luce dell’impatto che lo shopping online ha e continua ad avere nel traffico pedonale”, si legge nel rapporto.

I proprietari stanno “sfruttando attivamente diverse strategie in tandem: garantire il mix più redditizio di rivenditori, eliminare gradualmente gli inquilini meno performanti, aggiungere nuove attrazioni e tenere il passo con gli aggiornamenti delle strutture in corso.”

Un esempio è la mostra esperienziale e interattiva del Dr.Seuss presso Mississauga’s Square One (n. 7 nell’elenco), che è stato un argomento Instagram molto popolare dal momento della sua apertura lo scorso ottobre.

Mostra interattiva del Dr.Seuss

Nonostante il costo – i biglietti costano $ 29 per i bambini e $ 35 per gli adulti, tasse escluse (almeno $ 150 per una famiglia di quattro persone) – è così popolare che la mostra è stata estesa fino al 22 marzo.

Esperienze di “Main Street”

Gli acquirenti si aspettano tentativi sempre più creativi, ha affermato Brisebois, tra cui mostre d’arte, collaborazioni con musei, artisti, musicisti, chef famosi e simili.

“Quindi quello che vedresti su Main Street è quello che stanno costruendo all’interno delle proprietà del centro commerciale”, ha detto. “È come camminare attraverso un vivace villaggio.”

Trovare modi per coinvolgere le persone e mantenerle nel “villaggio” per periodi di tempo più lunghi fa parte della strategia.

“L’unico modo per farlo è guardare i clienti e. . . che tipo di stile di vita hanno, a cosa sono interessati. Non si tratta più solo di acquistare il prodotto “, ha dichiarato Brisebois.

“Riguarda ciò che fanno in una settimana. . . mangiano, escono. Incontrano amici. Partecipano a degustazione di vini. Vanno a vedere una mostra d’arte. . . incontrano artisti e personaggi del loro calibro. Ottengono il lavaggio a secco. Vogliono guardare nuovi design di auto.

“Sai, tutte quelle esperienze che vivi in ​​una settimana sono ciò che i centri commerciali stanno cercando di ricreare nel loro ambiente per farti vivere praticamente lì.”

Yorkdale torna in vetta nel 2019

Complessivamente, la maggior parte dei principali centri canadesi ha registrato un aumento anno per anno delle vendite per piede quadrato nel 2019.

Yorkdale è tornato in cima alla lista in termini di vendite annuali con $ 1.964 per piede quadrato nel 2019, con un aumento del 3,1 percento su base annua.

“Se vedrà un aumento solo del due percento nel 2020, supererà ogni anno i $ 2000 per piede quadrato – il nuovo “high benchmark” per i centri commerciali in Canada”, si legge nel rapporto.

Solo una manciata di centri commerciali statunitensi ha superato il benchmark di $ 2.000 in dollari statunitensi, tra cui Bal Harbour Shops vicino a Miami, The Grove a Los Angeles e il Mall at Rockingham Park a Salem, New York.

Bal Harbour Shops, Miami

Al terzo posto, il CF Toronto Eaton Centre ha guadagnato $ 1.592 per piede quadrato nel 2019, un aumento di 2,3 anni su base annua.

CF Toronto Eaton Centre

Il Park Royal a West Vancouver è arrivato quarto con $ 1,342 per piede quadrato, con un aumento impressionante del 47%. È l’aumento più elevato registrato negli ultimi quattro anni.

Park Royal, West Vancouver

Il proprietario Larco attribuisce il salto all’ “aumento del traffico pedonale da un cinema VIP Cineplex di recente apertura, rivenditori altamente produttivi come Tesla e l’aggiunta di nuovi inquilini al dettaglio”, si legge nel rapporto.

Il picco arriva dopo un aggiornamento di $ 150 milioni al centro commerciale. Uno sviluppo residenziale, Gateway Residences Park Royal, dovrebbe aprire sul posto nel 2021.

Il Southgate Center di Edmonton era quinto con 1.121 dollari di vendite per piede quadrato. È l’unico centro commerciale tra i primi cinque a vedere un leggero calo, da $ 1,128 nel 2018.

Il resto della Top-10

6. A completare la Top 10 sono: CF Chinook Center di Calgary, $ 1,119: la sua prima volta ha superato $ 1,100 grazie a nuove aggiunte tra cui Louis Vuitton e Saks Fifth Avenue;

CF Chinook Center, Calgary

7. Square One in Mississauga, $ 1,108. Anche spremere oltre $ 1,100 per la prima volta. I proprietari Oxford Properties e AIMCo hanno notato che il centro commerciale ha visto un impulso dopo l’apertura di “The Food District“, The Rec Room e l’introduzione di nuovi rivenditori come Uniqlo;

Square One, Mississauga

8. CF Sherway Gardens di Toronto, $ 1,099: + 9,7 percento rispetto al 2018;

9. CF Richmond Centre a Richmond, a.C., $ 1.073;

10. Metropolis at Metrotown in Burnaby, $1,042;

Un nuovo arrivato nella Top-30 di quest’anno è il Montreal Eaton Centre, al 13 ° posto assoluto con $ 983 in vendite per piede quadrato.

Montreal Eaton Centre

“Hanno fatto il taglio a causa del sostanziale investimento nel centro commerciale stesso”, ha detto Brisebois, mettendo in evidenza la nuova sala del cibo esperienziale, “dove stanno portando alcuni dei migliori chef, alcuni dei marchi di ristoranti più alla moda.”

Anche il catering per lo stile di vita vegano sta giocando un ruolo fondamentale.

“Tutto ciò ha reso quel centro commerciale più attraente, lo ha reso una destination center”, ha dichiarato Brisebois.

Non c’erano sorprese sulla lista, ha detto Brisebois.

“Siamo lieti, dal punto di vista della vendita al dettaglio, di vedere la quantità di investimenti che viene effettuata, perché ovviamente andrà a beneficio degli inquilini al dettaglio tanto quanto degli altri inquilini.”

Fonte

Lascia un commento